MissMess

MissMess

Life, Love, Passion

Categoria: MissMass

Abbracci, baci e sogni. Tanti!

Un fuoco scoppiettante. Una camomilla bollente. Un morbido piumone ed una di quelle Serie TV che tanto mi piacciono. Quel libro sepolto sotto una montagna di cuscini. Quel libro che…

Un fuoco scoppiettante.

Una camomilla bollente.

Un morbido piumone ed una di quelle Serie TV che tanto mi piacciono.

Quel libro sepolto sotto una montagna di cuscini.

Quel libro che sto cercando di leggere da settimane.

Profumo di casa e di autunno.

Profumo di quattro zampe ronfante accanto.

Opposti.

Delusioni e trionfi.

Brutte sorprese e belle sorprese.

Partenze e ritorni.

E noi che non siamo fatti per stare da soli.

Abbracci, forti.

Baci, tanti.

Sogni, grandi.
E quella voglia travolgente di addormentarmi per continuare a sognare🌟

IMG_6025

 

 

 

 

 

Perchè non esiste niente di più vero di una colazione a sorpresa tra amiche.

Di un caffè bollente che ti brucia la lingua.

Di una telefonata inaspettata.

Di un abbraccio.

Di chiacchiere sotto le coperte mentre fuori piove.

Di un regalo che dà gioia.

Di un alluce che sorride.

Di quella confusione che siamo noi.
Del mio scrivere guardando la TV mentre leggo un libro e ascolto quella Simple As This che in questo periodo è al primo posto nella mia playlist😜

 

La paura la lasciamo agli altri.
Noi siamo impegnati a vivere 🌟

IMG_8073

IMG_8130

Nessun commento su Abbracci, baci e sogni. Tanti!

Una storia di amicizia, zucchero, fantasia e passione. Creations by Sara!

        Chiariamo subito. Sara è una mia amica. Sara è LA mia amica. Perciò si potrebbe pensare chi io sia di parte perchè ci accomunano moltissime cose….

 

 

 

 

Chiariamo subito.

Sara è una mia amica.

Sara è LA mia amica.

Perciò si potrebbe pensare chi io sia di parte perchè ci accomunano moltissime cose.

E’ vero!

Ci accomunano i selfie che regolarmente scattiamo e riscattiamo 75 volte perchè l’espressione non è quella giusta e l’occhio ha la zampa di gallina ed il brufolo è in primo piano

ed il mento è doppio ed i capelli sembrano gli spaghetti di soia del cinese sotto casa e Sara non è fotogenica perciò daje de filtri sfumati che possono tutto e se non bastano quelli

sfoderiamo occhiali da sole 32 pollici che ci assicurano primi piani da copertina.

 

 

IMG_4463

IMG_5940

IMG_0595

IMG_0586

IMG_0577

 

 

Ci accomunano una fedelissima passione per il divano, il Festival di Sanremo, X Factor, Radio Deejay, L’isola dei Famosi, Chi l’ha Visto, Quarto Grado, FoxCrime e Alessandro Cattelan

– tutta roba seria –

bevendo Monterossa, ognuna con un bicchiere diverso perchè, piano piano, li abbiamo rotti tutti.

Ci accomuna la spesa da Zazzeron quando sulla pizza manca la mozzarella e sono già le 21.30.

Ci accomuna l’albero di Natale che iniziamo ad addobbare la prima domenica di Avvento e a smontare a Carnevale.

Ci accomuna una dipendenza, quasi inspiegabile, per i cuori di carciofo saltati con il limone.

Ci accomuna la palestra che ogni settembre incassa la quota annuale per vederci 4 volte in tutto, solitamente tutte e 4 nella stessa settimana così ci leviamo il pensiero prima di Halloween!

Ci accomunano AlBano e Romina e Gianni Morandi.

Cantiamo “Ci Sarà” e tutte le volte ci scende una lacrimuccia perchè crediamo fortemente che “ci sarà una storia d’amore ed un mondo migliore”.

Ci accomuna un disperato bisogno di borse, scarpe, profumi, smalti di mille colori, mascara, fondotinta, ombretti e gloss. Tanti gloss.

Ci accomuna il guardarci negli occhi, capire che c’è qualcosa che non va e decidere di farci un aperitivo perchè noi festeggiamo sempre, anche quando il resto del mondo piange.

Perchè sorridere alla vita, per noi, è la soluzione.

Perchè chi non riesce a fare luce è pregato di non fare ombra, nelle nostre vite.

In tanti ci hanno provato ma, finora, nessuno ci è ancora riuscito!

Perchè non basta essere semplicemente amiche. Bisogna essere una squadra!

 

 

IMG_9916

IMG_2099

 

 

Ci accomuna, anche, una parte spiccatamente artistica che per anni abbiamo tenuto a bada.

Lei facendo di conto in azienda ed io vendendo immobili.

E basta.

Complice la vecchiaia o l’esser diventate un tantino più sagge abbiamo deciso di dar spazio a questo lato goliardico della nostra personalità perchè in un mondo in cui tutti si prendono troppo sul serio

c’è bisogno di un pò di creatività e di leggerezza.

La sua è un’arte bellissima.

E’ l’arte dello zucchero.

Come un mago, con le sue manine crea grandi cose.

Il tutto, per me, è tuttora inspiegabile.

Continuo a chiedermi come faccia a nascere Elsa da una pallina di pasta di zucchero.

ba775ed27117d589d1bd2b5c5bc798e9

 

 

 

 

La cosa bella è la naturalezza con la quale, apparentemente solo accarezzando la pasta di zucchero, fa rivivere personaggi che mandano in estasi i bambini che partecipano ai suoi corsi o che festeggiano

con le sue torte.

 

 

cf5366e90d3e96ae5eeaa0cc12cbd130

24d4e589c0f7e976cf9346b8ea42a693

 

IMG_8035

IMG_8027

 

IMG_2579

 

 

 

 

A Pasqua ha provato a temperare e decorare le uova per parenti e amici stretti.

 

 

IMG_2587

IMG_2588

 

 

 

Un tentativo.

Sperimentazione, ha detto lei.

Ecco, in questo caso ho capito che non c’è giustizia divina perchè una prova che finisce così non è una prova, è una dichiarazione di guerra a quelli che fanno pasticceria da una vita and keep calm perchè io

so’ er meio!

 

IMG_2585

IMG_2586

 

IMG_2583

IMG_2584

0f33f728f2977ac4ff79e818242c4a50

 

 

 

 

Io ho lottato con le unghie e con i denti per avere il mio ovetto rosa. Temevo se lo fregasse qualcuno di passaggio da quelle parti.

Alla fine è arrivato e non me lo sono nemmeno mangiato perchè quei fiorellini sono troppo belli ma già so che lei se lo riprenderà e lo fonderà per creare qualcosa di nuovo.

Fortunatamente mi sono portata avanti e ho assaggiato il cioccolato durante la fase creativa di temperamento 😉

 

 

841dbc585f0bc9cca68bdfb8ae70eba0

 

 

 

Ci sono poi i biscotti.

I miei preferiti.

Talmente belli che è un peccato mangiarli.

Talmente buoni che non si può non mangiarli.

Talmente decorati che non si può non conservarli.

 

IMG_2576

IMG_2580

IMG_2581

 

 

 

 

 

Ma la cosa che le piace di più – e che le riesce meglio – sono i Corsi che fa con i bambini che, rapiti dalle sue spiegazioni, si calano in un mondo fatto di zucchero, biscotti, personaggi.

Si impegnano e alla fine sono orgogliosi.

Non c’è niente di più bello di un bambino orgoglioso del suo lavoro perchè quel bambino è un bambino felice.

Quando ritirano il loro diploma hanno gli occhio che brillano ed in quel momento brillano anche quelli di Sara.

IMG_2582

IMG_2578

IMG_9984

 

IMG_0010

IMG_9987

IMG_0032

IMG_0027

IMG_0030

 

 

 

E poi ci siamo io e lei, che inforniamo muffins durante le fredde sere invernali, con il camino acceso a riscaldarci e raccontandoci di noi.

Va sempre a finire che lei decora ed io faccio tutt’altro.

Scatto foto, sistemo ossessivamente palline di zucchero in ordine di grandezza, raccolgo gli strumenti del mestiere e l’immensa quantità di fecola di patate di cui Sara fa uso come se non ci fosse un domani.

Va bene sempre, sostiene.

PaneAngeli deve aver aumentato la produzione, non fosse altro che per rifornire lei 😉

Per la cronaca, quel glorioso Kitchen Aid verde pisello che vedete in foto ha deposto le armi: durante la fase di lavorazione dell’ennesimo impasto ha deciso di fare il grande passo.

Si è materialmente ma soprattutto inspiegabilmente lanciato nel vuoto.

Stecchito!

Sono, perciò, stata privata del mio – quasi intonso – perchè  ” tanto a te cosa serve?”.

Dal momento che la creatività non è competizione, incasso e sorrido.

Non c’è cosa più bella di un amico che ti conosce davvero.

Soprattutto se poi cucina per te 😉

 

 

IMG_2591

IMG_9569

IMG_9566

 

 

 

 

 

 

Per conoscerla meglio, andate sulla sua pagina Facebook per essere informati sui Corsi, contattarla e vedere tutte le sue opere zuccherose:

Creations by Sara

 

 

IMG_0022

IMG_0304

 

 

 

IMG_2756

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nessun commento su Una storia di amicizia, zucchero, fantasia e passione. Creations by Sara!

Chez Agata e Valentino!

    Ieri ho reso onore alla cucina di Agata e Valentino. LA COPPIA. Quello che tutte le coppie dovrebbero essere. Quelle con il matrimonio da favola al Castello con…

 

 

Ieri ho reso onore alla cucina di Agata e Valentino.

LA COPPIA.

Quello che tutte le coppie dovrebbero essere.

Quelle con il matrimonio da favola al Castello con la carrozza e i cavalli e l’ammmmore che investe tutti i presenti!

Uniti, complici, un team insomma!

Se Google mi dice che hanno appena festeggiato le nozze di stagno ( 10 anni ), in cucina siamo già alle nozze di diamante!

Casa loro è la casa dove vivono ancora le tradizioni!

Anche la cucina è tradizionale: ha i fuochi nell’angolo! Per me i fuochi nell’angolo fanno tradizione 😉

 

Le vere cucine hanno i fuochi nell'angolo...

 

 

Sono bellissime, le tradizioni, ma il mondo va talmente veloce che molto spesso ce ne dimentichiamo….a loro e a chi ha la fortuna di viverci accanto non accade….

Le cene comandate, Chez Agata e Vale, sono una festa!

Io le segno in agenda di anno in anno; penso di non essermene persa nemmeno una!

Ieri ci siamo riuniti per la nostra cena di Pasqua in ritardo!

Sono arrivata a casa loro con l’uovo dei Barbapapà ma preoccupatissima perchè anche gli addobbi seguono la tradizione:

eravamo decisamente fuori tempo massimo…

per fortuna Agata – probabilmente troppo stanca – non ha smantellato galline, conigli, uova ricamate – decorate – colorate – profumate – appese in ogni dove in casa ed io sono stata accolta dall’atmosfera pasquale che mi aspettavo… con il caminetto acceso perchè faceva un freddo becco!

 

Caminetto Pasquale!

Piovono ovetti!

Green Candle!

Galline alla porta!

Albero pasquale addobbato!

Un po' di primavera sul caminetto acceso!

 

 

 

Ogni volta che mi fermo a scrivere ho una playlist che mi accompagna e che rende onore alle cuffie rosa!

A volte mi sembra di sentire addirittura gli odori e rivivere le sensazioni di cui racconto.

Agata e Vale, per me, sono Natale e profumo di biscotti!

La musica:  Ally Mc Beal natalizia in testa, seguita da Mariah Carey natalizia, Michael Bublè natalizio, Andrea Bocelli natalizio pure lui…

Agata e Vale sono eleganza, equilibrio, calore, famiglia, casa.

E buonissimo cibo.

 

 

Oggi, nelle cuffie rosa, canta Melody Gardot!

Ieri abbiamo mangiato come se dovessimo affrontare una traversata nel deserto.

Come ogni volta!

Il fatto che Agata sia diventata vegetariana non ha risolto il problema: accompagniamo le tante e buone verdure con quantità importanti di focaccia.

Fette mastodontiche di focaccia fatta in casa da Vale su ricetta della zia pugliese : una delle poche cose che mi fa dire senza rimorsi :

” Fanculo Drenax Forte, ci vediamo domani!!!!! “.

Ieri la focaccia, ahimè, non c’era ma non poteva mancare un breve intermezzo in cui Lei è stata la protagonista: perfino l’Orsone di Bastianich ha perso clamorosamente la sfida!

IL NOSTRO MENU’ DI PASQUA IN RITARDO È CODESTO:

 

 

Frisella con pomodorini

Risotto con asparagi e Parmigiano

Quiche di asparagi, fave e cipollotti

Insalata con la salsa di Anna – gloriosa mamma di Agata che qualsiasi alimento tocchi, trasforma in pietanze stellate!

Frutta fresca

Biscotti sotto forma di orsetti, ovetti, gallinelle e cioccolata!

Bene, io di tutto ciò ho la ricetta delle Friselle.

 

Frisella con pomodorini!

 

 

Solo delle Friselle.

Pane raffermo e pomodoro.

Ma da qualche parte bisogna pur cominciare e poi, essendo il pollice culinario un gene che

pare si erediti

–  le miei amiche Chef ne sono la testimonianza vivente –

il mio sta solo latitando ma state certi che ha vita breve, lo stanerò!

A testimonianza della veridicità di tutto ciò che dico, sono anni che propongo di trasformare casa loro in Osmiza per qualche settimana all’anno perchè tutti dovrebbero goderne 🙂

Se siete d’accordo, organizzo una raccolta firme!!!!

 

 

 

 

 

 

 

 

Nessun commento su Chez Agata e Valentino!

Domenica di primavera di cure di bellezza, matinée, Mc Donald’s e cuffie rosa!

La domenica, per me, è sempre stata la giornata dedicata al sacro cazzeggio fin dai tempi dell’asilo e ne vado orgogliosa!     Ero una bambina volenterosissima dal lunedì al…

La domenica, per me, è sempre stata la giornata dedicata al sacro cazzeggio fin dai tempi dell’asilo e ne vado orgogliosa!

 

 

Ero una bambina volenterosissima dal lunedì al venerdì pomeriggio quando, alle 16, uscivo trionfante dalla mia scuola, pronta per un lungo weekend di vero, sacro cazzeggio!

 

Probabilmente anche mia madre la pensava allo stesso modo dal momento che TUTTE le scuole che ho frequentato prevedevano il sabato libero…cosa molto rara di quei tempi ma che ha notevolmente segnato la mia vita: all’ora di pranzo di venerdì entro in modalità OFF o meglio STAND BY e faccio ciò che meglio mi riesce: niente!

 

Stamattina ho pensato che con l’arrivo della primavera fosse necessario darsi un tono ergo diamo inizio ai trattamenti di bellezza!

 

Quei trattamenti che usualmente mi fa Asia, moderna 8enne che, tra un saggio di danza, una gara di sci e molti cartoni animati trova il tempo per dedicarsi alla mia faccia e a quella di sua mamma, mia amica del cuore.

 

Lo fa sempre con grande ardore e con la passione da futura estetista fino al giorno in cui mi ha detto, trionfante:

 

“Pippi, la mamma ha comprato un prodotto buonissimo che ti farà tornare giovane!” Ora,

 

in questa frase c’è un grosso errore grammaticale, ma posso capire che una nana 8enne che frequenta la seconda elementare confonda i termini perciò le spiego che no, non mi farà TORNARE giovane, mi farà RESTARE giovane!

 

 

“Hai ragione Pippi, questa cremina è magica! Ora te la faccio provare. Vedi che ha il beccuccio piccolino e sottile? Serve per spalmarla ben bene dentro quelle righe che hai sulla fronte!”

 

 

“Asia, amore mio, non ho nessuna riga sulla fronte”.

 

 

“Si Pippi! Quando sorridi si vedono un po’ di più!”

 

 

I bambini sono la voce della verità, dicono!

 

Io dico che, molto spesso, sarebbe meglio stessero zitti!

 

Io ho molto sofferto per questa cosa perché la percezione della mia fronte era:

 

20/22 anni, portati bene!

 

Cazzarola, siamo molto lontani, lontanissimi!

 

 

La soluzione sarebbe il chirurgo ma ho optato per qualcosa di meno invasivo e meno costoso: la parrucchiera.

 

Frangia.

Bene, stamattina con la frangia sapientemente raccolta, mi sono spalmata la faccia di maschera al caviale.

Questo mio ultimo acquisto avrebbe dovuto dare alla pelle del mio viso la morbidezza del culetto di un bambino invece, dopo 10 minuti, ho perso l’uso della mimica facciale e soprattutto della parola.

 

Il caviale mi ha paralizzata.

 

Mi sentivo uno stoccafisso.

 

Spero solo che tutto questo soffrire convinca Asia, l’unica che può dare un giudizio reale sulle mie righe frontali perché a me, sinceramente, paiono un pochino attenuate!

 

 

La domenica si può, anche, eventualmente, andare al cinema, rigorosamente il matinée, per poi tornare a casa a non fare niente!

 

Tutto il resto è troppo stancante.

 

Oggi ho deciso di fare en plein: Cure di bellezza e cinema!

 

È primavera.

 

Il cinema è sbarrato.

Il matinée, da questa settimana non lo fanno più.

Ci rivediamo a settembre!

 

Io, arrivata al cinema con le stesse bave di un Labrodor davanti ad una ciotola di Chappi per vedere Adriano Giannini nel suo ultimo film – decisamente non da premio Oscar – ma che smuoverebbe anche gli ormoni della Merkel in visita in Italia in questi giorni, ho dovuto consolarmi con un Big Mac da Mc Donald’s per due ore in attesa che aprisse il multisala.

 

Due ore da Mc Donald’s mi preoccupano più delle righe sulla mia fronte! Ma ne è valsa la pena, credetemi!

 

 

Va bene. Svoltiamo. Per dare una sterzata a questa domenica diversa dal solito e per sorprendere tutti, in primis mio papà ed il mio ex fidanzato Maurizio, sono andata anche a lavare la macchina! Spero sinceramente che leggano questo post perché non ci potranno credere…anni e anni di preghiere affinché la lavassi almeno una volta all’anno ma niente.

 

Io sono dell’idea che ogni cosa ha il suo tempo.

 

Il mio tempo lo misuro in decadi.

 

Oggi è arrivato il momento della macchina.

 

Ed è domenica.

 

 

Poi sono corsa a rinchiudermi a casa. Temo di stare male. Non mi riconosco più. Ho infilato le cuffie che Simone mi ha gentilmente chiesto di provare e mi sono estraniata da questa strana ma divertente domenica! Ma non si può snaturare LazyPippi! Se mi chiamo così un motivo c’è!

 

 

P.S. Le cuffie fighissime sono di Sennheiser e le trovate da Factory26! Si sente da dio!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nessun commento su Domenica di primavera di cure di bellezza, matinée, Mc Donald’s e cuffie rosa!

Primavera tecnologica, di matrimoni, cicogne, battesimi e Kiko!

La settimana scorsa ho portato il mio pc a fare un tagliando. A dimostrazione che quel Murphy non sbaglia un colpo, il mio fidato iPad si è impallato così ho…

La settimana scorsa ho portato il mio pc a fare un tagliando.
A dimostrazione che quel Murphy non sbaglia un colpo, il mio fidato iPad si è impallato così ho comprato il nuovo, meraviglioso iPad Air pieno di GB per non rimanere disconnessa dal mondo e per non dover eliminare parte del mio mondo nel cambio vecchio/nuovo.
Le mie foto, la mia musica, le mie note le voglio sempre con me.
Sempre.
Ovunque.
È tutto molto semplice.
Una sola parola: Backup!
L’ho fatto!
E sono tornata a dicembre 2011.
Un anno molto bello e soprattutto un anno con pochi GB!
Anche il nuovo iPad Air è andato a farsi tagliandare!
Con lui sono stata tagliandata anch’io: il tecnico, in nome della mia trentennale amicizia con la sua fidanzata, a denti stretti e con un filo di voce tremolante ha detto che “può succedere”.
Raramente, in quanto iTunes è molto intuitivo, ma può succedere….lui non aveva ancora conosciuto nessuno al quale sia successo ma lavora nell’ambiente solo da una decina d’anni….

Molto bene.

Il 14, si sa, è il mio numero.
Il 2014, perciò, DEVE essere il mio anno.
È chiaro!
Finora è solo l’anno di chi mi circonda.
Sono persone molto fortunate!
È un buon inizio anche questo!

E poi è la primavera dei matrimoni, dei battesimi e delle cicogne.
Nell’ordine: un battesimo, un matrimonio, un altro matrimonio, una nascita.
Nemmeno uno mio, sia chiaro!

Ma quando si parla d’ amore sono sempre in prima linea.
Una paladina.

Per me stessa sono la paladina degli amori sofferti, quelli che tolgono il sonno, la voglia di lavorare, la voglia di scrivere, perfino la parola, ma MAI la fame!!!!
Per le mie amiche sono la paladina degli amori da favola, quelli dei libri, quelli dei film a lieto fine, quelli in cui c’è sempre il sole, i colori sono brillanti e la felicità sprizza da ogni poro, anche dall’unico poro del Chihuahua che le accompagna!

La mia amica Titti il 3 maggio sposerà il suo orsetto, di conseguenza diventerà un’orsetta anche lei.
È in pressione da circa 1 anno ma è ufficialmente emozionata solo da sabato scorso.
Le diete iniziano il lunedì.
Le emozioni il sabato.
Nel mezzo ci sono le nostre telefonate notturne.
Io e lei abbiamo un rapporto prettamente telefonico – tipo 144 – dovute a cause logistiche – con la differenza che noi parliamo di cose molto poco erotiche ma molto divertenti, finché la melatonina non fa il suo effetto ed io mi spengo nel pieno dell’unico discorso serio della serata!
Avere amiche a distanza è bellissimo perché ci si deve impegnare davvero e si capisce subito se è vera amicizia….dopo la 20esima telefonata andata a vuoto si ha la tentazione di mollare ed è lì che viene fuori la verità…e poi son soddisfazioni: rendersi conto di essere amiche da una vita nonostante i traslochi, i cambi di lavoro, di fidanzato, di città ti rende orgogliosa.
Significa che hai fatto un buon lavoro.
Con le amiche delle propria terra, però, è ancora più divertente!
Titti, per esempio, è una triestina trapiantata nel ricco varesotto.
Sabato, il giorno in cui ha ufficializzato di essere emozionata, da buona amica l’ho supportata ed è finita che abbiamo parlato 10 minuti del suo vestito da sposa, 5 minuti dell’acconciatura che le farà Simonetta, 3 minuti tra calze e scarpe e circa 1 ora e mezza dei vini del Collio che verranno serviti alla cena nuziale!
Ho come la sensazione che sarà un bel matrimonio e che non moriremo di sete!!

Seguiranno un altro matrimonio, un battesimo in data ancora da definirsi ed una nascita ma quella sarà in autunno perciò la festeggeremo con castagnaccio e vin brûlé!

Realizzato tutto ciò e rendendomi conto che il 2014 è ancora lungo perciò ci DEVE pur essere qualcosa di bello in serbo anche per me, sono entrata da Kiko.
Kiko è un luogo di perdizione che dovrebbero vietare alle minori di 65 anni.
All’entrata dovrebbero chiedere di consegnare portafogli, carte di credito e simili ad una guardia giurata che li restituirà solo fuori dalla zona rossa.
Dovrebbero apporre un cartello che impone una spesa massima settimanale, pena l’espulsione a vita da TUTTI i negozi di tutta la catena in TUTTA Italia.
È inutile aumentare di 80,00 € mensili gli stipendi se poi esiste Kiko.

In Kiko Wonderland gli ombretti in stick sono più glitterati ( facilissimi da stendere ed economicissimi ), i gloss sono molto più gloss ( facilissimi da stendere ed economicissimi ), le BB Cream molto più B ( facilissime da stendere ed economicissime ), i mascara hanno una texture

più cremosa ( facilissimi da stendere ed economicissimi ), gli smalti hanno più colori del Pantone ( facilissimi da stendere ed economicissimi ) in compenso tu sviluppi una dipendenza che neanche il Sert può curare!

Preso atto di tutto ciò, la mia primavera 2014 la vedo piena di amore, viaggi, amici, farfalle, fiori e SMALTI!

 

 

 

 

 

 

Nessun commento su Primavera tecnologica, di matrimoni, cicogne, battesimi e Kiko!

Arca fa primavera!

E’ primaveraaaaaaaaa!!! Questo abbiamo pensato io e Sara venerdì mattina, baciate dal sole! Andando contro tutti i dettami logici che ci vorrebbero all’aria aperta al primo raggio che annuncia l’arrivo…

E’ primaveraaaaaaaaa!!!

Questo abbiamo pensato io e Sara venerdì mattina, baciate dal sole!

Andando contro tutti i dettami logici che ci vorrebbero all’aria aperta al primo raggio che annuncia l’arrivo della primavera dopo un inverno di sola pioggia, noi decidiamo di andare al cinema!

Io, appena uscita dalla mia dipendenza da sale cinematografiche, non dovrei nemmeno avvicinarmi ad un multisala; lei, che le frequenta solo per tenersi aggiornata in materia di lucide macchine rombanti e parlanti, principesse sul ghiaccio, pinguini in Madagascar, tutto disegnato ed animato, probabilmente si emoziona alla sola idea di vedere dei veri esseri umani sullo schermo!

L’essere umano in questione è il protagonista del film scelto.

Ozpetek il regista.

Il nostro capro espiatorio.

La scusa per vedere Francesco Arca.

L’attore Francesco Arca.

Proprio quello che stava sul trono della de Filippi.

Ed ora ho finalmente capito perché era lì.

Se l’è meritato tutto quel trono!

Ad onor del vero, Sara aveva già notato l’Arca in tempi non sospetti ma io ho sottovalutato il suo giudizio.

Chiedo venia e mi propongo di guardare e riguardare il suo film per espiare la mia colpa!

Il nostro programma è bellissimo: cinema matinée della domenica e poi pranzo da Mc Donald’s per dibattere in merito.

Trattandosi di Arca c’è di che dibattere!

 

Ovviamente non abbiamo fatto nulla di tutto ciò.

 

Io il film l’ho visto venerdì sera con la mia amica Fra, in piena forma comico/umoristica e molto ferrata – pure lei – in materia Arca.

Un venerdì sera di quelli che piacciono a me.

Un venerdì che mi rilassa più di un massaggio da 60 minuti con le pietre calde in una spa in montagna.

Cinema e cena.

Ora, dopo 2 ore di film emotivamente coinvolgente per il tema trattato, io e Fra siamo uscite emotivamente e fisicamente provate.

Gli occhi più di tutto.

Mi sono chiesta più volte se è giusto che certi uomini, noi donne, li dobbiamo guardare solo sullo schermo!

Se il mondo fosse giusto ci sarebbe un Arca per ognuna di noi.

Ci abbiamo mangiato su brindando con delle pinte irlandesi ma non è bastato.

Non abbiamo trovato la quadra.

Non mi resta che tornare al cinema con Sara.

Riguardare il film.

Riguardare Arca.

Ed alla fine confermare che, oltre lo sguardo magnetico, le spalle possenti, i tattoos che neanche il Canaletto, Arca sa anche recitare e lo fa benissimo!

 

Ragazze, propongo una matinée tutte insieme per domenica prossima! Se piove non fa nulla.

Arca fa primavera!

 

 

 

 

 

 

 

Nessun commento su Arca fa primavera!

Type on the field below and hit Enter/Return to search