MissMess

MissMess

Life, Love, Passion

Categoria: Lifestyle

Hey you, Summer! Io ed i miei #top 9 ci siamo!

Che l’estate sia la MIA stagione è chiaro. In alto l’abbonamento al Beach Club. Abbasso lo SkiPass. Si dice che la data di nascita conti. Fine agosto, quando sono nata…

Che l’estate sia la MIA stagione è chiaro.

In alto l’abbonamento al Beach Club.

Abbasso lo SkiPass.

IMG_3896 IMG_3892

IMG_0014

IMG_0012

IMG_0011

Si dice che la data di nascita conti.

Fine agosto, quando sono nata io, è ancora estate?

La prima pioggia di agosto che rinfresca il bosco mi ha sempre incasinato…un sacco di compleanni con copertina di pile e galoche anziché pareo e infradito 🙁

Le mie Top #9 per l’estate variano.

Come il mio umore.

9 perchè mi bastano.

9 perché le cose di cui ho bisogno quest’estate sono loro e sono 9

9 per me perché per tutti i top sono sempre #10.

Mai come quest’anno sole, mare e sabbia nella mia vita per accogliere l’autunno con il mood giusto 🙂

L’estate addosso davvero ( io proprio non riesco a smettere! No no! ).

Per la prima volta ho una casa al mare.

Azzurra e bianca.

Piena di sole.

Circondata dai pini e dal frinio delle cicale.

Ormai vivo quì.

E sono felice.

1. HelioCare Ultra e Hawaian Tropic e Protezione 30.

IMG_0032

IMG_0002

Perché sono bianca come una mozzarella ( e morbida come una burratina! ).

HelioCare Ultra la vera scoperta di quest’anno.

Su consiglio della mia dermatologa, protegge dall’interno.

Una capsula o due prima di esporsi al sole!

P.S. Non sostituisce la protezione in crema che deve essere alta sempre e comunque!

Hawaian Tropic insostituibile ormai!

2. La borsina in rete home made by la mia amica Agata per prodotti da bagno.

IMG_0024 2

IMG_0025

Una cosa semplice che, in realtà, è una genialata pazzesca!

La mia è azzurra, ovviamente!

Cucita a mano, leggerissima e comoda da appendere in doccia.

Contiene un sacco di prodotti ( tutti quelli che non si sa dove appoggiare quando ci si fa la doccia fuori casa ) ma soprattutto si può bagnare perché si asciuga in un nano secondo.

Io non mi muovo più senza.

Agata è su Facebook:

Agata Mannino.

Scrivetele per avere la vostra borsina personalizzata 😉

3. Shampoo e Crema Nutriente Beach Hair di Cotril & Olio per Capelli al Cocco Monoï Erboristica di Athena’s.

IMG_0033

IMG_0007

Perché i miei capelli sono tutto tranne che naturali.

Perché d’estate vivo con una specie di nido sulla testa che dovrebbe essere un moderno chignon.

Perché detesto pettinarmi.

Abolite le mechès quando i miei capelli sono diventati più crespi di quelli di Barbie Luce di Stelle per passare allo shatoush, forever.

Protezione con Olii e Shampoo e Creme Nutrienti che li rendono splendidi setosi e sani.

Io ho scelto #cotril in tempi non sospetti…parecchi anni fa, quando Belen non li aveva ancora scoperti ma la mia fantastica parrucchiera sì 😉

Sono strepitosi, credetemi!

4. Smalto Color Lavanda.

IMG_4731

IMG_0012 2

Ho comprato forno, base, smalti, leva smalti etc etc etc.

TUTTO per il semi permanente.

Usato 2 volte perché con #kiko è una cosa seria.

È amore.

Quest’anno il lavanda è il mio secondo azzurro.

È serenità.

È relax.

È vacanza.

È estate.

È il nr. 331 di Kiko.

5. Hawaianas.

IMG_0024

IMG_0026

IMG_0019

Questo non è amore.

È dipendenza.

È roba da psicoterapia.

Ed il destino mi ha fatto trovare casa giustappunto sopra l’Hawaianas Store di Lignano Pineta.

Una tragedia oppure una prova.

È più forte di me.

Le vorrei tutte.

E mi sto impegnando parecchio per riuscirci 😉

6. Occhiali da sole e occhiali da gatta accecata.

Cresciuta con occhiali e lenti a contatto perché talpa fin dall’infanzia, non posso immaginare la mia vita senza.

Mi sbizzarrisco. Mi danno grandi soddisfazioni.

Quest’anno son tornata ai Ray Ban abbandonati all’inizio degli anni ’90 e alla segretaria anni ’60 che si sposano benissimo con il mio nido!

IMG_0010 2

IMG_3234

IMG_0023

7. La borsa Gipsy.

IMG_4743

IMG_4741

IMG_4740

IMG_4739

Perchè chi non è stato un pò gipsy in vita sua o avrebbe voluto o lo sarà prima o poi?

Perchè di blogger è pieno il mondo – un pò lo sono pure io che è tutto un dire! – ma di gipsy in cucina ce n’è una sola!

Perchè quando la leggo mi sento semplicemente bene.

Perchè mi mette il buonumore.

Perchè è gioiosa.

Perchè le borse, in fondo, sono la mia vera unica passione.

Perchè ormai la uso per mille cose.

Perchè fa estate.

8. Libri & e-book.

IMG_0009

Leggere su carta, sempre e comunque.

Fino a quando la mia amica Monica ha deciso di regalarmi Kobo.

È difficile rinunciare alla comodità di avere 50 libri tutti insieme.

Più leggeri della crema protezione 30.

Più piccoli della pochette porta tutto da spiaggia.

9. Selfie & iPhone.

IMG_2795

Nota dolente.

Leggi punto 5.

Altra dipendenza.

Scatto scatto e scatto.

Edito edito edito.

In spiaggia più che mai.

Sarà che amo portare con me i ricordi  perché mi riscaldano il cuore.

Sarà che non riesco a stare zitta un attimo…tant’è che telefono e macchina fotografica insieme sono deleteri per me.

Parlo e fotografo.

Parlo ed edito.

E posso anche postare.

Tutto questo dal mio lettino che guarda il mare.

Parte della mia vita è tutta quì.

Nessun commento su Hey you, Summer! Io ed i miei #top 9 ci siamo!

Le Amiche!

” Noi che fondamentalmente conserviamo un animo infantile, noi che amiamo i fiocchi, i trucchi e le gonnelle, noi…semplicemente donne, romantiche. Come non commuoversi davanti ad una bambolina? Quanti ricordi…

” Noi che fondamentalmente conserviamo un animo infantile, noi che amiamo i fiocchi, i trucchi e le gonnelle, noi…semplicemente donne, romantiche.


Come non commuoversi davanti ad una bambolina?

Quanti ricordi e quante emozioni!

Ognuna di noi con un’immagine fotografata nella mente, quella della nostra pupetta preferita.
Ebbene si, anche da grandi il desiderio di possederne una si fa sentire!
Io ho trovato queste…

IMG_9212

IMG_9213

IMG_9219


Sono LE AMICHE

In commercio ce ne sono tante ma io ho scelto queste per simpatia…


LE AMICHE


Come vivere senza??? “

Questo un Whatsapp della mia amica Sabrina in una serata qualunque.

Lei fonte inesauribile di idee, proposte, attività.

Al suo compleanno nessuna delle sue amiche era senza LE AMICHE.

Eccetto me e Sara, ovviamente.

Una persa nel casino immobiliare nel suo ufficio, l’altra persa nel casino di pasta zucchero nella sua cucina.

Mattone vs pasta di zucchero.

Amiche vs Le Amiche.

Quindi un caffè tra noi tre era d’obbligo.

Problema: io e Sara siamo tuttora sprovviste delle Amiche da portare al collo. 

 

Abbiamo pensato.

Abbiamo parlato.

Abbiamo deciso.

( Sara si è pure truccata! ).

 

 

IMG_8482

IMG_8489

 

IMG_8486

 

 

 

Proposta: Le Amiche e Amiche di Zucchero.

Soluzione: brunch, pasta di zucchero e collane.

Le Amiche per tutti.

Grandi e piccine.

Mentre le bambine le modelleranno in pasta di zucchero sotto la guida sapiente della dolce Sara, mamme zie e amiche – sorseggiando thè caffè o bollicine in un brunch primaverile – potranno finalmente trovare l’Amica giusta da portare accanto al cuore.

Stay tuned. La primavera è già nell’aria!

 

 

 

 

Nessun commento su Le Amiche!

Del mio non essere cuoca ad una passione che, piano piano, diventa amore. Dalla mia cucina al Bistrot. Da una vecchia ricetta le fritole della nonna!

      Che io non fossi una grande cuoca era ed è cosa nota.   All’inizio pubblicavo SOLO ricette di amiche, amiche di amiche, amiche di amiche di amiche…

 

 

 

Che io non fossi una grande cuoca era ed è cosa nota.

 

All’inizio pubblicavo SOLO ricette di amiche, amiche di amiche, amiche di amiche di amiche che amorevolmente cucinavano ( anche ) per me e mi regalavano i loro segreti.

 

Poi la passione mi ha travolta, inaspettatamente, perchè, si sa, alla cucina come all’amore bisogna darsi con lo stesso abbandono.

 

Ed io ho deciso di abbandonarmi.

 

 

Così la mia cucina è diventata il Bistrot.

 

 

In una casa appena ristrutturata che ancora profuma di malta e pittura ed in una cucina dai toni verde salvia in cui mancano ancora forno, fuochi e cappa – pigramente adagiati al centro del salone in attesa di essere montati – ho iniziato a spadellare on my own.

 

I risultati non sono mica male, dicono!

 

Così, perdendo completamente la cognizione del tempo e dello spazio, spadello ogni santo giorno.

 

Scovo ricette che mai avrei messo in opera.

 

Leggo, mi documento.

 

Ma soprattutto rispolvero il vecchio sapere trasmesso dalla mia adorata nonna.

 

Lei che cucinava sempre.

 

Lei che per fare il ragù ci metteva tutta la mattina.

 

Lei che il brodo solo a fuoco lento e mai, dico mai, nella pentola a pressione.

 

Lei che sarebbe tanto felice di sapermi ai fornelli in quella che, un tempo, era la sua casa ed ora è la mia Lazy Home.

 

Lei che cucinava moltissimo ma con tendenze decisamente più salate.

 

Le fritole una della poche eccezioni dolci.

 

Da noi si mangiano a Natale, a Capodanno, a Carnevale, a Pasqua.

 

Per le fritole, in realtà, non c’è un momento.

 

Sono un passepartout.

 

Le va ben sempre!

 

 

In un sabato di bora in fase discendente ho impastato!

 

 

INGREDIENTI:

 

400 gr di farina

2 cucchiai colmi di zucchero

2 uova

un pizzico di sale

40 gr di lievito

rhum o limone qb

1 bicchiere di latte

100 gr di uva passa

zucchero a velo ( per gli amanti del genere. La mia nonna usava quello normale )

 

 

IMG_8384

 

 

PROCEDIMENTO:

 

Mettere in ammollo il lievito in acqua tiepida.

 

Si può usare anche quello in polvere ma il cubetto fresco resta la scelta migliore.

 

Mescolare la farina con lo zucchero.

 

Aggiungere le uova ed il lievito sciolto e mescolare.

 

IMG_8376

IMG_8381

 

 

 

Aggiungere il latte ( io lo uso a temperatura ambiente ), il rhum/limone e l’uva passa.

 

A me piacciono molto di più con il limone perciò ci aggiungo una fialetta ( per chi ama i sapori un pò più decisi, anche una scorza di limone grattugiata ).

 

 

 

IMG_8379

 

IMG_8380

 

IMG_8383

 

 

 

E adesso il momento catartico.

 

Mia nonna lasciava riposare l’impasto coperto da una tovaglietta di cotone per un paio d’ore e poi lo faceva rigirare a quel sant’uomo di mio nonno che, cascasse il mondo, allo scadere delle due ore doveva rimestare in senso orario la sbobba.

 

Io sono andata al cinema!

 

E poi a cena!

 

E quando sono rientrata, all’una di notte, ho trovato questo

 

 

IMG_8390

IMG_8391

 

 

 

Poi ho rimescolato e fritto.

 

 

IMG_8392

 

 

 

Perciò ho le prove che tutto quel manipolare ogni due ore non è propriamente necessario.

 

Facendo un rapido calcolo, mio nonno ha buttato qualche anno della sua vita a girare impasti 🙁

 

Possiamo schiacciare pisolini tranquilli sul divano, in freddi pomeriggi di Bora, senza abbracciare mestoli di legno e senza puntare la sveglia per ridare nuova vita ad un impasto che si autoalimenta!

 

Questa è la scoperta più bella che potessi fare.

 

( mia nonna già lo sapeva, ne sono certa! ).

 

 

Da oggi in poi fritole in OGNI occasione!

Nessun commento su Del mio non essere cuoca ad una passione che, piano piano, diventa amore. Dalla mia cucina al Bistrot. Da una vecchia ricetta le fritole della nonna!

Aspettando la neve tra divano, frutta secca, porridge, tiramisù e Ruth Reichl!

    Ci sono momenti in cui non faccio che fare e momenti in cui non faccio che essere.     Oggi è il momento dell’essere.     Essere felice…

 

 

Ci sono momenti in cui non faccio che fare e momenti in cui non faccio che essere.

 

 

Oggi è il momento dell’essere.

 

 

Essere felice perchè è domenica.

 

Essere sonnacchiosa perchè è domenica.

 

Essere lazy perchè è domenica.

 

 

 

Distesa sul divano con accanto un cane che russa con il moccolo al naso, sgranocchio frutta secca mista che fa tanto bene.

 

Fondamentale la quantità.

Se la imbustano in confezioni da 100 gr un motivo ci deve pur essere.

Ma se a casa di confezioni ne hai 5 sei fregata!

 

Perchè la frutta secca è maledetta!

 

Perchè la frutta secca crea dipendenza!

 

Perchè quelle fettine di banana così sottili e così croccanti mischiate alle scaglie di cocco ed ai cubetti di ananas e papaya sono un delirio dei sensi.

 

Se poi le mischi con un pò di avena e le inondi di latte bollente ti senti meno in colpa perchè, in fin dei conti, stai facendo una english breakfast all’ora del breakfast tea ma la sbobba inglese non ha mai ucciso nessuno!

 

Dentro al porridge puoi anche gettare qualche scaglia di cioccolato fondente che poi si scioglierà nel latte caldo e tornerai bambina ai tempi del Nesquik!

 

Solo perchè è domenica.

 

 

IMG_8163

 

 

 

E di domenica amo fare solo cose che mi fanno stare bene, dedicando il giusto tempo a loro e a me.

 

Leggere è una di queste.

 

La neve è arrivata anche quì così, nel silenzio che la accompagna, posso iniziare quello che per Gipsy in The Kitchen è il libro preferito.

 

La parte più tenera inizia adesso.

 

 

Prima di abbandonarmi alla lettura vi posto ricetta e make of del tiramisù che ho fatto ieri perchè le verze senza patate sono venute bene, ma non sono LE VERE VERZE, mentre il caro vecchio tiramisù è stato un successo as usual.

 

 

Buona domenica con la neve, con il silenzio, con la pace nel cuore.

 

 

E con tanta tanta dolcezza perchè la parte tenera è forse la cosa più bella che abbiamo.

 

 

 

 

 

TIRAMISù

 

 

Ingredienti:

 

250 gr di mascarpone

200 ml di panna fresca

4 uova

6 cucchiai di zucchero

biscotti

caffè

 

 

IMG_8104

 

 

 

 

 

Procedimento:

 

 

 

Dividere i tuorli dagli albumi.

 

 

IMG_8108

 

 

Mescolare i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema morbida; poi aggiungere lentamente il mascarpone e continuare a mescolare fino a quando la crema non diventa morbida ( io il mascarpone lo preferisco a temperatura ambiente!!! ).

 

IMG_8098

 

 

 

 

 

Montare a neve gli albumi e la panna fresca.

 

 

 

 

 

IMG_8099

 

 

Unire gli albumi al composto e poi la panna montata.

 

Nel frattempo inzuppare i biscotti nel caffè e distenderli nelle ciotoline o nella pirofila.

 

Distendere la crema sopra ai biscotti, spolverare con il cioccolato amaro e, a piacere, aggiungere le scaglie di cioccolato fondente.

 

IMG_8103

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nessun commento su Aspettando la neve tra divano, frutta secca, porridge, tiramisù e Ruth Reichl!

My Shapes. E’ stato colpo di fulmine!

  Che i miracoli non esistano non è mica detto!   My Shapes ne è la prova!       Io mi sento un’eletta perchè sono venuta a conoscenza di…

 

Che i miracoli non esistano non è mica detto!

 

My Shapes ne è la prova!

 

IMG_19421846201230

 

 

Io mi sento un’eletta perchè sono venuta a conoscenza di questa meraviglia quando ormai avevo perso ogni speranza.

 

Quando ero ormai sopraffatta dalla ritenzione idrica.

 

Quando le mie gambe, a fine giornata, erano dei cotechini da spalmare di senape anzichè di Nivea dopo un bel bagno rilassante.

 

Ecco che la mia amica Sabrina mi propone My Shapes.

 

Mi conosce e sa che prima che mi attivi per comprarlo passeranno dei mesi perciò me lo fa mandare a casa.

 

Arriva.

 

Un leggings?

 

Sì, un leggings nero.

 

 

My Shapes

 

 

 

 

Invece no.

 

Non è solo questo.

 

Il mio è un leggings con Trattamento a Infrarossi e Modellante!

 

 

TRATTAMENTO INFRAROSSI E TRATTAMENTO MODELLANTE

 

La cura naturale ai raggi infrarossi! Rivoluzionaria, efficace, naturale.

Emana® è una nano fibra contenente cristalli minerali bioattivi incorporati nella sua matrice polimerica, che assorbe il calore del corpo umano per restituirlo naturalmente sotto forma di Raggi Infrarossi Lontani (Far Infrared Rays= F.I.R.). Il calore naturale dei F.I.R. penetra nella pelle e interagisce con il corpo, stimolando la microcircolazione sanguigna e il metabolismo cellulare senza alcun effetto collaterale ai tessuti biologici.

 

– AUMENTO SINTESI DEL COLLAGENE
– PELLE PIU’ ELASTICA, LISCIA E GIOVANE
– RIDUZIONE DELLA CELLULITE

 

RIDUCE OLTRE 1 TAGLIA
La pelle respira, le forme non sono costrette, l’effetto è naturale

Una linea di capi tecnici costruiti, con un forte effetto modellante grazie a zone in tessuto doppiato per un contenimento più energico, alternate ad altre in tessuto trasparente per un moderno contenuto estetico.

– ESPULSIONE DELL’UMIDITA’ CORPOREA
– PIACEVOLE SENSAZIONE DI FRESCHEZZA
– GRANDE VESTIBILITA’ E INDEFORMABILITA’

Versione speciale in tessuto cosmetico all’Aloe Vera che ha proprietà lenitive e calmanti, è un ottimo anti-invecchiamento.

 

FullSizeRender

FullSizeRender 2

FullSizeRender 3

FullSizeRender 4

FullSizeRender 6

FullSizeRender 5

FullSizeRender 7

FullSizeRender 8

 

 

Io ormai li indosso ogni giorno ed i risultati sono sorprendenti:

 

i cotechini sono meno cotechini, la pelle è morbidissima, la cellulite sempre lì ma spero che con un uso costante si avveri il punto 3 e poi sto semplicemente bene, che non è una cosa scientificamente provabile ma è la cosa più importante.

 

Ho seguito scrupolosamente le indicazioni della mia amica che mi ha vivamente consigliato di non usarli per un paio di giorni per poi indossarli nuovamente e vedere la differenza.

 

Così li ho abbandonati sulla sedia, a riposo per un paio di giorni.

 

Il giorno prescelto per il reindosso è coinciso con una seria spedizione all’Ikea che per me significa gambe gonfie, accaldate, pesanti.

 

Dio benedica il momento in cui ho deciso di unire My Shapes e Ikea 🙂

 

Scelta azzeccatissima ergo gambe in forma!

 

Adesso, mentre scrivo seduta al pc, al posto della mia vecchia tuta ci sono loro che massaggiano le mie gambe leggere e morbide!

 

Lo step successivo – ovvero la speranza non deve morire MAI! –  sarà la messa in opera del Trattamento Modellante ( quel RIDUCE OLTRE 1 TAGLIA  è come un mantra o come un incubo, dipende dai punti di vista: letto una volta chi lo scorda più??? )!!!

 

Al momento sto raccogliendo gli ordini perchè TUTTE le mie amiche ( magre, magrissime, normali, curvy ) vogliono provarli!

 

Il fatto che li producano colorati, stampati, in jeans, decorati da Swarovski può essere un problema: bisogna averli tutti 🙂

 

Sarà un inverno My Shapes, questo è certo!

 

 

 

 

 

My Shapes

 

Il nostro progetto verte su due elementi principali, innovazione e Made in Italy. Attraverso questi valori vogliamo avvicinare le consumatrici di tutto il mondo conquistando la loro fiducia e soddisfazione.

Fin dagli esordi nel marzo 2010 MyShapes ha utilizzato tessuti-cosmetici italiani che offrono alla consumatrice idee innovative dei molteplici benefici, anticipando una tendenza che si sta sviluppando in questi anni nel settore dell’abbigliamento.

Nel 2012 MyShapes ha presentato, prima in Europa, una linea che utilizza la nanofibra Emana, brevetto internazionale del Gruppo Solvay/Rodhia: una tecnologia che dal nostro punto di vista rappresenta, ad oggi, la proposta più innovativa del cosmetotessile.

A tre anni dall’esordio, MyShapes è distribuita presso 400 clienti in tutto il mondo con una quota export del 30% in costante crescita.

 

da  www.myshapes.it

 

Facebook My Shapes gea

 

 

 

 

 

Nessun commento su My Shapes. E’ stato colpo di fulmine!

L’autunno accoglie Nanà in terra austriaca!

Che io ami viaggiare è cosa nota.   Che io mi sposti con gran facilità è cosa nota.   Che io ami i vestiti, le scarpe, le borse, gli accessori…

Che io ami viaggiare è cosa nota.

 

Che io mi sposti con gran facilità è cosa nota.

 

Che io ami i vestiti, le scarpe, le borse, gli accessori è cosa nota.

 

Mancare all’opening di Nanà?

 

La mia amica Heike non me lo avrebbe mai perdonato, mai!

 

Pena l’esclusione dal regno di Duino, mio luogo di buen ritiro quando della città non ne posso più!

 

Peccato che la cosa si svolgesse in terra austriaca, ja!

 

La sua terra.

 

A solo 1 h e 50 min da casa mia ( cito testualmente da nostra conversazione Whatsapp ).

 

Precisione austriaca da far tremare un’italiana verace e sempre in ritardo come me!

 

Per entrare completamente nel mood austriaco mi sono immediatamente dotata di Bretzel da sgranocchiare in autostrada sulla via di Klagenfurt.

 

IMG_0011

 

In Austria è tutto talmente ordinato che le uniche due briciole di Bretzel cadute in macchina durante il viaggio mio hanno creato uno stato di ansia che neanche il traffico in Tangenziale il lunedì mattina ma, alla fine, l’austriaca Heike aveva ragione:

 

1 h e 50 min ed ero in Alter Platz, ja!

 

 

Nanà ha già concluso il rodaggio.

 

 

IMG_0019

 

 

 

 

Un’ordinata allegria mi accoglie.

 

Tra una cliente che prova un meraviglioso giubbino verde – che ho deciso diventerà mio, insieme ad un paio di stivali che non possono che stare ai miei piedi ed un pellicciottino eco panna che non può che scaldare me, proprio me!

 

Un’altra che sceglie tra meravigliosi abiti appesi – in maniera ordinata, of course!

 

La mia amica Heike che imbusta meravigliosi capi Nanà.

 

Le sue due meravigliose figlie che ci danno sotto con uno shopping degno della Kinsella austriaca – e la Meggy ha già impalmato il giubbino verde che sarà mio 😉

 

Io e la mia compagna di viaggio ci aggiriamo per lo store.

 

IMG_0020

 

 

 

Due piani molto cool, nei toni del nero, del rosso e del legno, con un trono nero al primo piano!

 

Ecco, dove c’è un trono io mi sento sempre a mio agio 😉

 

E davanti ad un trono non si può che brindare perchè ogni nuova avventura va benedetta dalle bollicine.

 

IMG_0014

IMG_0016

IMG_0017

IMG_0013

IMG_0015

 

 

 

 

 

Avrei voluto salutare Nanà in maniera corretta, mi sono impegnata, ma non sono riuscita a non metterci del mio 😉

 

 

 

Danke, ich bin happy 🙂

 

 

 

Al prossimo opening, che sarà più vicino, ne sono sicura!

 

 

P.S. Mi rendo conto che è un po’ scomoda come location ma non è poi così lontano e poi siano benedetti Facebook ed il Web:

 

FB: Nanà Klagenfurt

nana-fashion.at

 

A Klagenfurt lo trovate in Alter Platz, passate a dare un’occhiata e non ne uscirete a mani vuote!

 

 

 

Nessun commento su L’autunno accoglie Nanà in terra austriaca!

Type on the field below and hit Enter/Return to search