MissMess

MissMess

Life, Love, Passion

Tag: italia

Milano – un weekend di BIT, amici, scoperte e risotto alla milanese!

  Milan, l’è on gran Milan   E’ stato un weekend improvvisato, di quelli decisi quasi all’ultimo, sgranocchiando uno speedy lunch tra un appuntamento e l’altro.   Mi sono aggregata a…

 

  1. Milan, l’è on gran Milan

 

  1. E’ stato un weekend improvvisato, di quelli decisi quasi all’ultimo,
  2. sgranocchiando uno speedy lunch tra un appuntamento e l’altro.

 

  1. Mi sono aggregata a Chiara di MissClaire diretta alla BIT
  2. che in realtà si è rivelata una gran scoperta ma soprattutto una prova di forza:
  3. mi sono sentita un’eroina,
  4. invincibile e tutta d’un pezzo,
  5. che resistere a tutti quei padiglioni vista mare,
  6. vista monti, vista mondo è cosa only for the brave.

 

  1. E poi gli incontri: con Judith di Secret Gardens al Padiglione Israele
  2. con cui ci ritroveremo a Tel Aviv a giugno.

 

  1. Con Mutasem, la mia guida giordana che mi ha fatto innamorare della sua terra,
  2. in collegamento video direttamente da Amman.
  3. Praticamente eravamo entrambi in Giordania 😉

 

  1. I km battuti in fiera, i colori, i profumi ed i sapori di un piccolo luogo
  2. che racchiude il mondo intero.

 

 

 

 

  1. Chi mi conosce bene sa che non ho mai avuto un gran rapporto con Milano.

 

  1. Forse perchè ci siamo incontrate decine di volte
  2. ma non ci siamo mai conosciute veramente a fondo.
  3. Forse perchè una volta su due mi hanno rubato qualcosa.
  4. Forse perchè io e il sole, insieme, lì non ci siamo stati mai.
  5. Forse perchè non era semplicemente il momento.

 

  1. Ebbene, ci sono tornata e mi ha conquistata.
  2. Così viva, così luminosa, così piena di gente e di cose da fare.
  3. Così piena di amici incontrati nei miei viaggi in giro per il mondo
  4. ma che non ci si vedeva da un sacco.
  5. E poi sarà che a me le emozioni mi fregano sempre
  6. e che la lacrima in tasca non manca mai
  7. ma, ragazzi miei,
  8. sono stati tre giorni serratissimi di lavoro e di cuore.

 

 

 

  1. Siamo state fortunatissime ed abbiamo alloggiato in un hotel carinissimo in zona hot.

Insomma, se passate da queste parti direi che è tappa obbligata.

  1. Super comodo per chi ha bisogno di spostarsi in metro:
  2. la Stazione Garibaldi è dietro l’angolo!
  3. Super comodo per chi vuole soccombere allo shopping:
  4. 10 Corso Como è dietro l’angolo!
  5. Super comodo per chi vuole visitare la nuovissima Piazza Gae Aulenti:
  6. è dietro l’angolo anche lei!
  7. Super mega comodo per chi vuole fare nottata all’Hollywood
  8. – non serve nemmeno girare l’angolo, basta calarsi dalla finestra 😉

 

 

 

  1. Ebbene, l’hotel che ci ha ospitate è il Tocq di Via Tocqueville.

 

  1. Un tripudio di verde nella sala da pranzo
  2. ( e voi sapete che con me il verde vince facile! ):
  3. arredamento lineare, stanze pulite, luminose e molto silenziose.
  4. Mele fresche alla reception, personale disponibilissimo e sempre con il sorriso e
  5. ultimo ma non ultimo un buon vino che il pranzo non può essere solo veloce no? 

 

 

  1. Foto di MissClaire

 

 

  1. Foto di MissClaire

 

 

  1. Appena salita sul treno a Trieste sono stata travolta da quella voglia di risotto alla milanese
  2. che mi pervade ogni volta che mi dirigo in territorio meneghino.
  3. Pare che arrivata lì non possa stare senza,
  4. infatti l’ho ordinato entrambe le sere,
  5. anche durate la degustazione di pesce all’ Osteria di Brera
  6. La cosa pazzesca di questa deliziosa osteria
  7. è che appena entrata ho avuto un déjà – vu.
  8. Quella sensazione di conoscere quel luogo eppure non esserci mai stati prima.
  9. Ebbene, ho scoperto essere l’ex ristorante Orient Express –
  10. che per chi frequentava Milano negli anni ’90 è sicuramente luogo noto
  11. ed in un passato ancora più passato era una stamperia della Repubblica.
  12. Segnatevelo e andate a provare.

 

  1. Noi abbiamo mangiato un crudo di pesce buonissimo
  2. ( che per noi triestini fuori casa è offlimits ),
  3.  fiori di zucca con le alici, lo scialatiello all’acqua con i frutti di mare,
  4. il mio amato risotto alla milanese ( il primo! )
  5. e per chiudere una cheesecake ed un tiramisù che riassumo con un wow!

 

 

  1. Foto golose scattate all’Osteria di Brera by MissClaire

 

  1. La nostra ultima cena milanese al ristorante all’ultimo piano dell’ Hotel La Gare
  2. – in un palazzo che accoglie con un caleidoscopio di colori:
  3. finestre illuminate, ambiente accogliente e lo Chef Matteo Minutiello che ci ha coccolato con un menù totalmente milanese –
  4. è stata meravigliosa!

 

  1. Abbiamo degustato i tradizionali mondeghili, il mio adorato risotto alla milanese,
  2. cotoletta di vitello con le patate e un panettone ( che alla fine sta bene sempre )
  3. con una crema al mascarpone fatta al momento e da leccarsi i baffi!

 

 

 

 

  1. Molto spesso la risposta galleggia tra le bollicine di un bicchiere di vino. 
  2. Molto spesso la risposta giá c’è e noi non ce ne accorgiamo.
  3. Molto spesso abbiamo solo bisogno di seguire il cuore.

  4. Molto spesso abbiamo solo bisogno di giornate così.

  5. I miei giorni milanesi mi stanno regalando emozioni forti, incontri inaspettati,
  6. sorprese emozionanti, persone vere ed accoglienti.

  7. Brindo a voi e alla vita che non smette mai di sorprendermi 

 

 

 

 

 

 

 

  1. Foto di copertina Pinterest

 

Nessun commento su Milano – un weekend di BIT, amici, scoperte e risotto alla milanese!

La Puglia che ti accoglie a braccia aperte, ti travolge e non ti lascia più andare!

  “Viaggio troppo, mi dicono. Viaggio troppo poco in Italia, rispondo” È con questo spirito che ho organizzato in un’ora un lungo weekend italiano. Ed è dal momento dell’imbarco che…

 

  1. “Viaggio troppo, mi dicono.

  2. Viaggio troppo poco in Italia, rispondo”

  3. È con questo spirito che ho organizzato in un’ora un lungo weekend italiano.

  4. Ed è dal momento dell’imbarco che mi sento parte di una grande famiglia:
  5. l’aereo è pieno, siamo stipati come sardine ma tutti sorridono.

  6. Atterriamo a Bari con il diluvio universale –
  7. che ho passato la notte a pregare affinché oggi uscisse il sole per godere a pieno della bellezza della terra pugliese.

  8. Iniziamo da 
    Bari Vecchia, dove ci perdiamo nelle sue stradine,
  9. tra vecchiette che lucidano l’argenteria, altre che tirano la pasta e altre ancora che stendono i panni.

  10. { Si narra che, per uscirne, bisogni seguire le mattonelle più scure! }.

  11. Sono i fiori che colorano una domenica a tratti nuvolosa,
  12. le mie chiacchiere con una vecchina per niente timida e la focaccia di Fiore che mi hanno letteralmente rubato il cuore.

  13. Sono i profumi e la gente nelle strade.

  14. Sono i km in macchina con il vento tra i capelli.

  15. A Polignano a Mare ci arriviamo a metà pomeriggio,
  16. giusto in tempo per il tramonto con i suoi colori.

  17. Sarà che più invecchio e più divento romantica,
  18. sarà che cerco di scovare la bellezza in ogni dove, sarà che di viaggiare non mi stanco mai.

  19. Ebbene, ho semplicemente assaporato ed erano cime di rapa, panzerotti, vino rosato e ostriche.

  20. Ma soprattutto eravamo noi, tra gli ulivi e il mare 

 

 

 

  1. Bene, possiamo metterlo agli atti.

  2. La mia preferita è Locorotondo.

  3. Magica, bianca, fiorita e bellissima.

  4. Non l’avevo presa in considerazione, non era nei piani.

  5. Poi due amiche pugliesi veraci ( proprio di Locorotondo ) mi hanno convinta,
  6. così un weekend lungo si è trasformato in un tour de force che ha toccato più città del Giro d’Italia.

  7. Con la nostra 500 Cabrio siamo partiti da Polignano a Mare che, credetemi,
  8. è bella ( tanto ), romantica ( tanto ), da vedere ( tanto ), ma decisamente sopravvalutata.

  9. { so bene che verrò crocifissa per ciò che dico ma la Puglia ha davvero tante cittadine meravigliose tanto quanto o più di Polignano }

  10. La prima tappa in questo lunedì di sole e vento è stata Martina Franca: barocca, ordinata, elegante.

  11. E poi i bocconotti ricotta e pere o crema e amarena
  12. ( che se passate di qui dovete assolutamente assaggiare al Caffè Tripoli subito dopo il Duomo )
  13. ed i racconti della signora che, mentre ricama pizzi e merletti,
  14. ci narra che un tempo si imbiancavano le pareti esterne delle case ogni settimana,
  15. si pulivano le strade con sapone di Marsiglia e ramazza giornalmente e si stava a chiacchierare in piazza per ore.

  16. Alberobello è tappa obbligata e ci accoglie con un’alternanza di trulli e giapponesi che scattano foto,
  17. fiori dappertutto, panzerotti al posto del the delle 5 pm e vista mozzafiato sulla città.

 

 


  1. La Puglia è così, ti accoglie a braccia aperte, ti travolge e non ti lascia più andare.

  2. È vero che diventa una malattia, come il mal d’Africa ( che per me è mal di Grecia ),
  3. come la focaccia che quando la provi non la molli più, come gli ulivi –
  4. che dopo aver percorso km tra distese verdeggianti ti accontenteresti anche di averne uno piccino,
  5. da mettere sul comodino,
  6. pronto a dare serenità nei momenti no e pieno di quella saggezza che solo a guardarlo riesce a trasmettere.

  7. { Non è un caso che Raz Degan abbia nidificato proprio qui, in zona Cisternino,
  8. tra valli verdi, cielo azzurro e tetti a punta.
  9. Non era lì, altrimenti l’avrei stalkerizzato fino ad arrivare al suo trullo, statene certi !}.

  10. L’unica certezza che ho acquisito in questi giorni è che la Puglia va vissuta, graffiata, respirata.

  11. Bisogna assaggiarla e gustarla.

  12. Ti deve maturare dentro.

  13. Ha bisogno del suo tempo ma quando arriva sei fregato perché non te ne liberi più!
  14. Quando si decide di venire al sud, si sceglie di vivere un’esperienza.

  15. Non potrà mai essere un semplice weekend, una banale vacanza,
  16. un tour alla scoperta delle bellezze del nostro paese.

  17. No.

  18. Quando si decide di venire al sud si vive, si annusa, si assaggia.

  19. Ci siamo svegliati a Matera, in un sasso.

  20. Che dopo l’igloo in Lapponia a Capodanno vuoi che non mi ci catapulti non appena mi si presenta l’occasione?

  21. Avvolti da un silenzio a cui non siamo più abituati, il sole che brilla,
  22. nemmeno una nuvola nel cielo ed un nido di rondini proprio sopra la nostra porta.

  23. { che io sia una da lacrima in tasca è cosa nota ma ditemi voi come si fa a non commuoversi }.

  24. A colazione Anna, che del sasso è la proprietaria,
  25. ci delizia con torte fatte in casa,
  26. focaccia pomodoro e origano ed un estratto di frutta fresca che ha il colore dell’estate e profuma di arancio.

  27. Suo marito suona il piano e noi spalmiamo marmellata homemade ai mandarini su friselle croccanti.

  28. La gente del sud è così, ti accoglie a casa sua come se ti conoscesse da una vita,
  29. ti abbraccia come fossi un parente e ti sorride come fossi la cosa più bella che gli potesse capitare.

  30. Mi sono chiesta più volte se fanno così con tutti o se io sono particolarmente simpatica,
  31. se gli interessa veramente o se è il copione.

  32. Ho realizzato che non mi importa.

  33. Quando si sta bene, basta farci caso e goderne appieno.

  34. Inizia da qui la mia stagione estiva, di corpo e di cuore.

  35. Largo alle canotte e alla protezione 50 che a Matera il sole picchia ed io sono più bianca di una burrata pugliese.

  36. Ci addentriamo nel cuore dei Sassi, tra piazze, chiese rupestri e la Casa Grotta che è una meraviglia:
  37. ancora intatta e completamente arredata.

  38. C’è tanto romanticismo in tutto ciò che ci circonda,
  39. c’è magia ad ogni gradino in discesa ma c’è anche un vaffa grande come un sasso ad ogni gradino in salita
  40. perché tutti spendono fiumi di parole a raccontare la bellezza ma nessuno che ti dica
  41. che per visitare Matera devi darci di crossfit più di Belen.

  42. Al terzo giro, ci facciamo raccattare dal figo Paolo
  43. che con la sua apetta Piaggio ci scorrazza all around e ci racconta i segreti della sua terra.

  44. Porterò nel cuore i sapori di Matera, dei peperoni cruschi,
  45. del purè di fave e cicoria, della cialledda, della bruschetta, del formaggio, del salame,
  46. di quel pane che continuerei a mangiare senza smettere mai.

  47. Della vita che pulsa, dei racconti di Luciano all’Osteria San Pietro,
  48. della musica di Gaetano nella prima notte di questa nuova estate.

  49. Forse era semplicemente arrivato il mio momento, forse ero più predisposta,
  50. forse un forse non c’è, tant’è che il sud mi ha fatta innamorare  ❤️

 


  1. Per la cronaca,
  2. ai controlli in aeroporto mi hanno fermata per complimentarsi e ringraziarmi per aver aiutato
  3. l’economia pugliese:
  4. dal mio bagaglio a mano spuntavano caciotte al burro, taralli, orecchiette, salami e pane di
  5. Altamura che un passaggio al forno di Santa Chiara era d’obbligo.

  6. Non posso che augurarvi che lo spirito del sud travolga anche voi !
  7. La Puglia è comoda da raggiungere grazie a Ryanair che vola su Bari
  8. ( ma anche su altre città ) da moltissime città italiane.

  9. Arrivati in aeroporto vi consiglio di noleggiare una macchina,
  10. metodo decisamente comodo per girare.

  11. Per prima cosa visitate Bari Vecchia,
  12. una piccola perla verace in una grande città “difficile”,
  13. come molte città del sud purtroppo.
  14. Perdetevi nei suoi vicoli,
  15. assaggiate le orecchiette delle signora Nunzia e fate scorta di taralli homemade.
  16. A Bari abbiamo dormito al B&B San Bartolomeo: nuovissimo
  17. ( siamo stati i terzi clienti! ), pulito ed in zona comodissima,
  18. soprattutto se avete necessità di alloggiare vicino all’aeroporto
  19. in caso di partenze all’alba o arrivi nel cuore della notte.
  20. Abbiamo cenato a Savelletri al Saporedisale:
  21. pesce freschissimo e carpacci che sanno di mare.
  22. A Polignano a Mare, invece, abbiamo alloggiato alla Dimora Mediterranea,
  23. nel cuore di Polignano,
  24. in una stanza azzurra come il mare e fresca
  25. come la brezza che ci ha accarezzato al belvedere.
  26. Dopo esserci stata vi posso dire con certezza che avrei dovuto dedicare più tempo a
  27. Locorotondo,
  28. paesino meraviglioso che mi ha conquistata.
  29. Prendetevi il tempo di un aperitivo al Docks 101 che domina una vallata di vigne
  30. alternate a rose rosse che, credetemi, è meraviglia allo stato puro.
  31. In ultimo, a Matera, abbiamo alloggiato alla Casa del Sole,
  32. un sasso nel cuore dei sassi.
  33. Credo di non aver camminato così neanche sul tapis roulant ai tempi d’oro 😉

 

 

 

Nessun commento su La Puglia che ti accoglie a braccia aperte, ti travolge e non ti lascia più andare!

Type on the field below and hit Enter/Return to search