MissMess

MissMess

Life, Love, Passion

Tag: ricette

Pollo al curry e banane!

  L’amore è come la buona cucina: le cose speciali nascono sempre da ingredienti semplici, ma sono rese magiche dalla fantasia… P.M.     Il pollo al curry è in…

 

L’amore è come la buona cucina: le cose speciali nascono sempre da ingredienti semplici, ma sono rese magiche dalla fantasia…

P.M.

 

 

Il pollo al curry è in assoluto uno dei miei piatti del cuore.

Uno di quelli che sfodero al primo invito a cena.

Uno dei miei cavalli di battaglia.

Una delle certezze nella mia lazy kitchen.

 

Per un lungo periodo ho voluto anche credere che fosse dietetico

che più sano di pollo, riso bianco e frutta non ce n’è.

Poi mi hanno fatto notare che la quantità di olio d’oliva e di panna che uso

chiama esami del sangue il giorno dopo ma vuoi mettere la lussuria?

 

Su consiglio di un’amica di mia madre che ha vissuto vent’anni in Sudafrica,

lo accompagno con la banana ma non commentate prima di provare

 – solo una persona ha osato dirmi che le banane al lato del piatto 

non le può proprio vedere

ma non ha ancora mai assaggiato il mio pollo al curry

perciò non fa testo – 

 

Gli altri, tutti, se ne sono innamorati e mai più senza.

 

Ora passiamo all’azione che quando si tratta di cibo

le chiacchere stanno a zero.

 

 

 

 

Ingredienti:

 

per 3 persone

petto di pollo ( ca 300 gr )

1 scalogno grande

sale qb

pepe qb

curcuma qb

curry qb ( io abbondo sempre che mi piacciono i sapori forti )

olio Evo qb

panna 200 gr

1 banana grande

riso basmati 200 gr ca

 

 

 

Procedimento:

 

In una padella antiaderente aggiungere l’olio e soffriggere lo scalogno fino a renderlo dorato.

Nel frattempo tagliare i petti di pollo a filetti o a cubetti, come preferite.

Io preferisco pezzi più grandi e grossolani.

Allo scalogno aggiungere il pollo,

la curcuma,

il sale,

il pepe;

dopo qualche minuto aggiungere il curry e lasciar andare a fuoco lento.

Le dosi, ahimè, non sono il mio forte.

Vado a occhio e a naso.

E finora mi è sempre andata bene!

Inoltre aggiungo sempre una noce di burro perchè,

checchè se ne dica, 

il burro sta bene ovunque

e rende tutto vellutato.

Una volta completata la cottura aggiungere la panna ( tanta )

e lasciar andare ancora per qualche minuto finchè

non si crea una crema abbastanza compatta da avvolgere il pollo

ma sufficientemente liquida per condire il riso.

 

 

 

 

Cuocere il riso basmati, scolarlo e servirlo tiepido

( a me piace freddo ma ho notato che siamo in pochi ad apprezzarlo ).

 

Impiattare guarnendo con la banana e poi,

a seconda di quanto siete coraggiosi,

mescolare tutto per unire i sapori.

 

Vi assicuro che nulla sarà più come prima 😉

 

 

Nessun commento su Pollo al curry e banane!

Lievito di birra homemade!

    Ci sono situazioni si viene travolti da una voglia irrefrenabile di pizza ma il lievito è introvabile. Ebbene, questo è uno di quei momenti. Per questo ho deciso…

 

 

Ci sono situazioni si viene travolti

da una voglia irrefrenabile di pizza

ma il lievito è introvabile.

Ebbene, questo è uno di quei momenti.

Per questo ho deciso di fare, per la prima volta, il lievito homemade.

 

Il procedimento è facilissimo, il risultato perfetto!

 

Ingredienti:

Farina 1 cucchiaio e mezzo

Zucchero 1 cucchiaio e mezzo

Birra doppio malto 150 ml

 

 

 

 

Procedimento:

Semplicissimo.

In una ciotola mescolare farina e zucchero.

Aggiungere la birra mescolando con una frusta o una forchetta.

Il composto risulterà molto liquido

perchè la quantità di birra lo rende liquido

rispetto alla quantità farina e allo zucchero.

Lo zucchero serve ad attivare i lieviti contenuti nella birra.

Una volta pronto,

coprire la ciotola con una pellicola

e far riposare il composto per una notte intera

( o anche di più. Più riposa, meglio è! ).

Dopo una notte il composto si separerà in una parte liquida superficiale

ed una solida sottostante.

Eliminare la parte liquida et voilà,

il lievito è pronto!

Ora vado a fare la pizza e vediamo cosa ne esce 🙂

P.S. Potete conservarlo in frigorifero fino a 24 h oppure congelarlo e conservarlo in freezer.

 

 

Nessun commento su Lievito di birra homemade!

Pancakes per il perfetto brunch del weekend!

  I pancakes, per me, sono come il tubino nero. Vanno bene in ogni occasione. Per questo motivo ho adattato e modificato la ricetta originale ovvero ho tolto lo zucchero…

 

I pancakes, per me, sono come il tubino nero.

Vanno bene in ogni occasione.

Per questo motivo ho adattato e modificato la ricetta originale

ovvero ho tolto lo zucchero così da poterli abbinare sia al salato che al dolce.

Diventano così un passpartout:

dalla colazione, allo spuntino, al pranzo,

all’aperitivo, alla cena.

Li abbino alla marmellata, al salmone,

al classico sciroppo d’acero

che ho portato a casa direttamente dal Canada.

Perciò eccovi qui la ricetta in tutta la sua semplicità.

In 20 minuti i vostri pancakes saranno pronti.

 

 

Ingredienti:

 

Burro 25 gr

Farina 125 gr

Uova 2

Latte 100 ml

Lievito 6 gr

Zucchero 15 gr

 

 

Preparazione:

 

Sciogliere il burro in un pentolino – senza bruciarlo come succede spesso a me per esempio 😉

Separare i tuorli dagli albumi.

Montare a neve gli albumi.

In una terrina mescolare tutti gli ingredienti, aggiungendo per ultimo il burro e fuso e gli albumi montati a neve.

Scaldare la teglia, imburrare o oliare e iniziare la cottura.

Buon brunch a tutti!

 

 

 

 

Nessun commento su Pancakes per il perfetto brunch del weekend!

Strudel di Mele al profumo di Cannella e Grand Marnier!

      Un rientro al cardiopalma da una Svezia nevosa e zen! Nella Lazy Home la frutta sopravvissuta al Natale mi accoglie stanca🍏🍎🍒 Soprattutto le mie mele, ormai sulla…

 

 

 

  1. Un rientro al cardiopalma da una Svezia nevosa e zen!
  2. Nella Lazy Home la frutta sopravvissuta al Natale mi accoglie stanca🍏🍎🍒
  3. Soprattutto le mie mele, ormai sulla via della dipartita, perciò uno strudel con la ricetta della nonna è ciò che ci vuole.
  4. Confesso che normalmente uso la pasta sfoglia del buon Giovanni Rana ma stavolta, essendone sprovvista, ho deciso di fare anche quella.
  5. Primo tentativo.
  6. Primo successo!
  7. Impasto, tagliuzzo, soffriggo ed in un attimo è profumo di cannella, rum e di uva passa.

 

 

  1. Ingredienti per l’impasto:

 

  1. Farina 125 gr
  2. Olio extra vergine d’oliva 1 cucchiaio
  3. Uova 1 grande
  4. Acqua tiepida 30 ml
  5. Sale 1 pizzico

 

  1. Procedimento per l’impasto:

 

  1. In una ciotola versare la farina, l’olio, l’uovo, l’acqua ed il sale.
  2. Impastare tutto energicamente ed una volta ottenuta una pasta liscia ed elastica formare una palla, avvolgerla nella pellicola trasparente e metterla a riposo al fresco per ca mezz’oretta
  3. ( in inverno io la metto sulla finestra controllando a vista il mio peloso 🙂 !!! ).

IMG_8260IMG_8259

  1. Ingredienti per il ripieno:
  1. Mele 3 
  2. Pinoli 30 gr
  3. Limone 1 ( succo e scorza )
  4. Zucchero 60 gr
  5. Uvetta 50 gr
  6. Burro 100 gr
  7. Cannella in polvere 1 cucchiaio
  8. Rum o Grand Marnier 2 cucchiai
  9. Pangrattato 80 gr

 

  1. Procedimento per il ripieno:

 

  1. Prima di iniziare, mettere in ammollo l’uva passa nel rum o nel Grand Marnier.
  2. Poi tagliare a cubetti le mele.
  3. Saltare il pangrattato nel burro a fuoco lento.

IMG_8261IMG_8251

  1. Unire tutti gli ingredienti in una ciotola e mescolare per bene.

 

  1. Stendere la pasta con un matterello di legno fino ad ottenere una sfoglia molto sottile ed uniforme.

 

IMG_8253IMG_8262

  1. Infine riempirla con il ripieno, richiuderla ed infornare a 200 gradi per circa 40 minuti ( forno statico preriscaldato! ).
  2. Una volta sfornato e raffreddato inondarlo di zucchero a velo.

E’ buonissimo da solo ma anche accompagnato da crema pasticcera, panna fresca o cioccolato fuso!

IMG_8256

  1. P.S. Se avete un po’ di tempo andate a dare un’occhiata alla storia dello Strudel su Wikipedia
  2. ( link qui sotto! ).

E’ interessante vedere come si è evoluto quello che da noi chiamiamo strucolo de pomi 😉

https://it.wikipedia.org/wiki/Strudel

Nessun commento su Strudel di Mele al profumo di Cannella e Grand Marnier!

Il mio salame al cioccolato in un sabato sera di novembre ( e Natale è sempre più vicino )!

  Quando fuori, al sabato sera, impazza la movida, nella lazy home io tento un salame al cioccolato. Perchè dopo un venerdì sera riscaldati dal camino delle Armoniche e dopo…

 

  1. Quando fuori, al sabato sera, impazza la movida, nella lazy home io tento un salame al cioccolato.
  2. Perchè dopo un venerdì sera riscaldati dal camino delle Armoniche e dopo aver assaggiato uno dei salami al cioccolato più buoni del mondo,
  3. ho voluto replicare.

Ho sfogliato un pò di ricette, ho apportato qualche modifica quà e là e ne è uscito un lazy salame 🙂

  1. Ingredienti

 

  1. Biscotti Digestive 300 gr
  2. Burro 150 gr
  3. Zucchero 100 gr
  4. Cioccolato Fondente all’ 80% 200 gr
  5. 2 Uova
  6. Amaretto di Saronno 2 cucchiai

 

 

 

 

Procedimento

  1. Lasciare il burro a temperatura ambiente per farlo ammorbidire,
  2. e nel frattempo sbriciolare i biscotti secchi ( io su tutti preferisco i Digestive! ) in un ciotola.

 

FullSizeRender 2

IMG_9504

FullSizeRender

IMG_9503

 

 

 

 

  1. Sciogliere il cioccolato fondente ( confesso che io ne metto anche un pò al latte! )  
  2. e lavorarlo fino a farlo diventare cremoso e senza grumi e poi lasciarlo raffreddare.
  3. Quando il burro sarà diventato morbido, spatolarlo fino a farlo diventare cremoso;
  4. aggiungere lo zucchero, le uova, il cioccolato sciolto e l’amaretto di Saronno.

 

 

IMG_9502

FullSizeRender 3

IMG_9514

  1. Amalgamare bene il tutto e versarlo nella ciotola con i biscotti sbriciolati.
  2. Distendere l’impasto sulla carta forno, arrotolarla fino a farla diventare un salame 🙂
  3. Infine avvolgerla nella stagnola.

 

IMG_9516

IMG_9515

IMG_9518

IMG_9519

IMG_9520

IMG_9522

  1. Lasciare il salame in frigo per un paio d’ore ( meglio 3 o 4! ) e poi servirlo a fettine.
  2. Da accompagnare con panna montata o caramello o cioccolato fuso ( o anche all together 🙂 )!

 

IMG_9480

Nessun commento su Il mio salame al cioccolato in un sabato sera di novembre ( e Natale è sempre più vicino )!

Di candele, zucche, cipolle, amiche e castagnaccio in questo lungo weekend di fine ottobre!

  Un autunno di cose belle. Di amiche che è decisamente troppo che non ci si vede. Di regali di compleanno talmente in ritardo che ormai sono vintage. Di ben…

 

  1. Un autunno di cose belle.
  2. Di amiche che è decisamente troppo che non ci si vede.
  3. Di regali di compleanno talmente in ritardo che ormai sono vintage.
  4. Di ben due cene di Halloween perchè forse non sono la sola che ha voglia di celebrare.
  5. E di quei colori caldi fuori dalla finestra mentre faccio colazione.
  6. E la zucca che mangio praticamente ogni giorno fino a Natale.
  7. Ed il melograno che hanno piantato i miei nonni che mi regala bellissimi frutti.
  8. Ed il castagnaccio che finalmente cucino nel mio forno.
  9. E tante candele accese mentre spadello.

IMG_9088 IMG_9089IMG_4751IMG_9090IMG_4743IMG_9087IMG_4764

 

 

 

  1. La colazione la domenica a mezzogiorno con caffellatte, cereali e una pila di Vanity Fair ancora da leggere è tutto ciò di cui avevo bisogno.
  2. Il mio pigiama preferito e ormai scolorito.
  3. La mia vestaglia morbidissima perché voglio sentirmi coccolata.
  4. E un bicchiere gigante di Galeffi Effervescente al Limone – che è la manna – perché ieri sera abbiamo decisamente esagerato.

 

  1. Perchè quando le amiche sanno cucinare benissimo ma non hanno il tempo di farlo si scatenano nei weekend lunghi e finisce che
  2. una vellutata di zucca accompagnata da una torta di zucchine e stracchino che sarebbe una cena da veri sportivi si trasforma in una sfida:
  3. come si fa a non aggiungere un pò di bollicine che per brindare e quel Brunello di Montalcino del  Castello Banfi che non 
  4. non portare a casa da quel goloso weekend toscano.

  5. Ed il castagnaccio che, dopo aver battuto tutti i supermercati, le botteghe, i mulini e i fruttivendoli della città, finalmente la farina di castagne l’ho trovata.

  6. Una caccia all’oro che Jack Sparrow mi fa un baffo!

  7. Un impasto riuscitissimo.

  8. Il rosmarino del mio giardino.

  9. Noci tritate a mano.

  10. Quell’uva passa che metterei ovunque.

  11. Pinoli croccantissimi.
  12.  

 

  1. E la cena di Ognissanti brillante come gli Swarovski delle mie ballerine verdi.
  2. Una cena che sa di sfogliette alla toma e cipolle caramellate.
  3. E zuppa di cipolle alla birra che è uno dei miei piatti del cuore.

E l’arrosto di castagne e funghi con patate al rosmarino e zucca al balsamico al forno.

E la focaccia home made di Valentino che resta imbattibile.

Sempre e per sempre.

Per fortuna c’era anche l’insalatina con zucchine, melograno, fragole e pinoli saltati che fa tanto light 😉

  1. Perché quando ci si circonda di persone positive la vita è talmente facile che non si può non celebrare🌟

 

IMG_9078IMG_9018IMG_9092

IMG_9093IMG_9091

IMG_8993

IMG_9002

IMG_8987

 

 

 

 

 

Per tutti quelli che mi hanno chiesto la ricetta cel castagnaccio la trovate quì:

Il mio castagnaccio di Halloween!

Nessun commento su Di candele, zucche, cipolle, amiche e castagnaccio in questo lungo weekend di fine ottobre!

Type on the field below and hit Enter/Return to search